Know how italiano vince la sfida globale

Ottimi risultati per Valmatic a Interpack, vetrina ideale per il lancio di V75, la soluzione più recente sviluppata in house per il confezionamento in monodose di liquidi e creme: flessibilità senza pari, per settori eterogenei.


Graziana Tassinari, responsabile marketing di Valmatic, esprime anzitutto piena soddisfazione per il buon esito della kermesse di Dusseldorf: «Interpack è per noi la fiera internazionale di riferimento, e l’edizione di quest’anno è andata molto bene: rispetto al 2014 abbiamo infatti registrato un incremento di contatti, sia in termini quantitativi che qualitativi».
Particolarmente significativo l’interesse suscitato dalla V75, una macchina per il confezionamento monodose di liquidi e creme - ultima nata in casa - in grado di realizzare un’ampia gamma di formati, da 1 a 150 ml.
«È una confezionatrice su cui puntiamo moltissimo - spiega Tassinari - perché con caratteristiche che rispondono alle necessità di diversi settori, dal food al cosmetico. Una conferma pratica del valore del nostro progetto? Abbiamo venduto la macchina esposta in fiera a un’importante realtà dell’area asiatica, che rappresenta pienamente l’utilizzatore tipo della V75: un’azienda con una produzione diversificata, che richiede estrema flessibilità e facilità nei cambi formato, senza tuttavia sacrificare gli aspetti di affidabilità e robustezza: parametri, questi, che distinguono l’intera gamma di macchine Valmatic».

Dall’Italia al mondo: come superare i confini
Fedele allo storico core business (produzione di linee termoformatrici per monodose e riempimento conto terzi di prodotti chimici, cosmetici, alimentari, farmaceutici e parafarmaceutici), Valmatic è cresciuta in misura considerevole negli ultimi anni. Ha infatti saputo reinventarsi, diversificando l’offerta per rispondere con prontezza alle esigenze del mercato globale, sempre più orientato all’adozione di soluzioni monouso e attento all’innovazione di materiali e processi.
Con una tradizione tecnologica tutta italiana, e un know-how sviluppato in seno al distretto emiliano romagnolo della meccanica, la società basata a San Prospero (Modena) persegue con coerenza ed efficacia l’obiettivo di accreditarsi a livello internazionale, seguendo strategie diverse a seconda dell’area di riferimento: in Turchia, Messico e Brasile ha propri stabilimenti, dove cura la produzione conto-terzi di farmaci e cosmetici, ma conta anche su distaccamenti commerciali - come per esempio accade in Giappone - da cui presidiare ampi territori.
La partecipazione attiva a numerosi eventi fieristici di caratura internazionale
(nel 2017 Cosmopack, interpack, FCE, Japan Pack, Andina Pack…) rappresenta solo un valido compendio ai valori costitutivi di Valmatic che, dal 1980, si fa apprezzare per la competenza e l’affidabilità, nonché per le doti di onestà e trasparenza che ne restituiscono un’immagine di grande umanità.

 

13.06.2017

Sfoglia gli ultimi numeri delle riviste